Press

A ogni formaggio la sua bevanda

In questa edizione dei 20 anni Cheese ha superato le più ottimistiche aspettative e, per assicurarsi il miglior abbinamento di sempre, ha pensato di redigere la seconda guida teorico-pratica di Cheese 2017, quella alle 8 occasioni per bere bene, originale e consapevole.

Gli 8 formaggi di cui non potrete più fare a meno

Guida teorico-pratica alle curiosità di Cheese 2017 Formaggi a forma di spirale, ricoperti di muffa naturale o avvolti da foglie di vite imbevute di brandy alla pera. A Cheese 2017 c’è solo l’imbarazzo della scelta tra oltre 150 espositori italiani e internazionali del Mercato, affineurs e selezionatori, Presìdi Slow Food e prodotti dell'Arca del Gusto, ognuno con le proprie proposte, tutte rigorosamente a latte crudo, come vuole il regolamento della manifestazione!

Formaggi e salute: la “caciotta” dalle due facce

Dal lattosio ai fermenti, ecco i falsi miti sui prodotti lattiero-caseari marketing oriented. Sono al centro della nostra tradizione gastronomica, le loro origini risalgono alla nascita stessa della cultura mediterranea e il loro consumo moderato è contemplato nei regimi alimentari ufficiali.

Aggiungi un posto a tavola per Cheese 2017!

Al via la gara per l’ospitalità dei delegati a Bra, Alba, Cherasco, Cavallermaggiore, Sommariva del Bosco, Fossano e in alcuni comuni dell’Alta Langa e del Monregalese. Tra i produttori anche i rappresentanti delle aree terremotate del Centro Italia. Nel 2015 oltre 50 delegati presenti a Cheese hanno potuto toccare con mano la quotidianità delle nostre famiglie e godere appieno non solo l’evento ma anche il nostro modo di vivere.

Rivoluzione montébore

«Il destino delle valli che si stanno spopolando e dei prodotti che rischiano di scomparire si può cambiare. Noi siamo una dimostrazione: basta rimboccarsi le maniche e lavorare bene. Certo non è una passeggiata, e la nostra storia lo conferma». A parlare è Roberto Grattone, 51 anni, a capo della cooperativa Vallenostra che a Mongiardino Ligure – in Val Borbera, nell’alessandrino – produce montébore, uno dei primi Presìdi Slow Food del formaggio in Piemonte. Leggete la sua storia qui e venite ad assaggiare i suoi formaggi

Tutto quello che è in gioco quando parliamo di latte crudo

Dopo 20 anni di battaglie, un segnale politico forte per mettere in rete chi continua a produrre formaggi a latte crudo nonostante le difficoltà. Cheese 2017 aprirà con un pomeriggio di lavori intitolato Gli stati generali del latte crudo, cornice entro cui si inscrive tutta la nuova edizione dell'evento.

La pastorizzazione e il latte crudo

L’Unione europea ha sviluppato una normativa molto aperta che permette appunto l’uso del latte non sottoposto a pastorizzazione ma, non tutte le legislazioni dell’Unione hanno recepito adeguatamente le indicazioni comunitarie. Quello che manca ancora è una cultura diffusa che riconosca valore al latte crudo come elemento determinante per produrre qualità e salvaguardare identità casearie.

I Laboratori del Gusto a Cheese 2017

Rivolgere domande ai produttori, approfondire le proprie passioni e – chissà – farne nascere di nuove: tutto ciò è possibile grazie ai Laboratori del Gusto in programma a Cheese 2017. Ben 40 appuntamenti, suddivisi per argomenti e luoghi, dedicati a chi vuole assaggiare nuovi cibi e bevande, approfondirne le caratteristiche e la storia grazie alla presenza di chi li produce.