17 settembre

Il sapore del latte crudo fra i nomadi del Sahara

BRA-Stand Università di Scienze Gastronomiche – Piazza XX Settembre

Il latte crudo di cammella dromedaria è da migliaia di anni elemento centrale della cultura e sopravvivenza dei popoli nomadi del Sahara. È solo con i dromedari e il loro latte che l’uomo è riuscito a sopravvivere in un ambiente povero d’acqua e risorse come il Sahara, spostandosi continuamente alla ricerca di piante da pascolo. I nomadi sahariani riconoscono le piante mangiate dai cammelli, le aree pascolate in cui quelle piante sono presenti e le stagioni che passano in base al susseguirsi dei sapori nel latte, dovuti alla stagionalità di piante diverse con composti aromatici diversi. Quei sorsi di latte e i loro sapori, giorno dopo giorno, rappresentano una “mappa sensoriale” del territorio e delle sue stagioni, e sono alla base dell’organizzazione sociale e dell’identità culturale dei nomadi sahariani.

Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Relatore: Gabriele Volpato, Unisg

17 settembre

16:00 - 17:00