18 settembre

Le forme della pasta filata

BRA-Istituto Alberghiero Velso Mucci

A “pallone”, quadrate, a pera… Chi pensa che la pasta filata dia solo origine a formaggi rotondi come la mozzarella dovrà ricredersi osservando i Presìdi Slow Food presenti in questo laboratorio. Una tradizione portata avanti da mani sapienti e che ci permette di spaziare dal tradizionale Caciocavallo podolico (Basilicata) al Pallone di Gravina (Puglia), dallo squadrato Ragusano di razza modicana (Sicilia) a una pasta filata di pura pecora – l’unica in tutta Italia –, la Vastedda della valle del Belìce (Sicilia). In abbinamento, i vini bianchi della Cantina di Caldaro – Kellerei Kaltern (Bz).

Nei giorni di Cheese verificare la disponibilità di posti presso la reception eventi di Vicolo Chiaffrini.

18 settembre

13:00 - 14:30

Posti totali:
52
Posti disponibili:
12
Prezzo:
25 €
Prezzo soci:
20 €