Tutta un’altra musica: Cheese 2017, tra concerti e dj set

E la musica? Non c’è proprio nulla, a Cheese 2017? Anticipiamo una delle tante domande che ci stanno facendo in questi giorni per rispondere: e come no?

Sweet Life Society.

Il programma musicale di Cheese 2017 è così ricco che inizia addirittura un giorno prima, giovedì 14 settembre alle 21, con la preview sul palco di Piazza Caduti per la Libertà. A suonare saranno i Sweet Life Society: la band mescola brani di musica contemporanea con gemme old school del Cotton Club, ridisegnando la cultura della musica Swing in una miscela di suoni elettronici. Con alle spalle un disco uscito per la Warner Music, hanno calcato i palchi di alcuni dei più grandi festival europei (Glastonbury, Eurosonic, Bestival, Lovebox, Wilderness, Latitude, Boomtown, Fusion, Lowlands) e americani.

Giovedì 15, sul farm stage presso lo stand della Regione Piemonte si esibiscono invece i Magasin du Café. La loro musica evoca atmosfere d’altri tempi: la magia dei bistrot, delle milonghe e dei club newyorkesi, sempre in bilico tra modernità e tradizione. Tra swing, manouche, folk, tango, rock e musica contemporanea, i quattro musicisti portano sul palco la loro enorme esperienza con musiche intense e ironia. Con loro sul palco, anche il traditional folk di Madamé.

Proseguiamo sabato 16, sempre alle 21, e di nuovo sul main stage con The Rumjacks. Uno dei componenti della band dichiara: «Siamo cresciuti con la musica scozzese e irlandese della raccolta di dischi dei nostri genitori, prima di incontrare il punk rock, in età adulta». Questi due fondamenti definiscono la musica del gruppo di Sidney, e sono sempre presenti nel loro paesaggio sonoro. La band ha ottenuto milioni di visualizzazioni su YouTube, tra cui oltre 24 milioni per la traccia An Irish Pub Song. Le loro performance live incendiarie li hanno visti condividere il palco con molti altri artisti, tra cui Dropkick Murphys, Gli Interrupt, Anti Flag, CJ Ramone, The Real McKenzies, Gogol Bordello, Ruts DC, Guttermouth, GBH Aggrolites.

The Rumjacks.

Infine domenica 17, sul farm stage, ecco Lou Pitakass, un gruppo di ragazzi da 13 ai 16 anni nato nella primavera del 2012 che fa musica tradizionale occitana, con rivisitazione personale del repertorio. Tutti allievi della scuola di Sergio Berardo, coinvolgono il pubblico con ritmi grintosi e ricchi di energia. Il gruppo è formato da Arnaudo Gabriele (organetto), Davide Bagnis (batteria), Daniele Mauro (basso), Declementi Luca (organetto, voce, fifre,cornamusa), Giraudo Loris (organetto, ghironda). Il gruppo è nato su un progetto di Sergio Berardo con lo scopo di riunire ragazzi di posti ed esperienze diversi, con la comune passione per questo genere di musica, ha all’attivo più di cento concerti, presentati in varie manifestazioni nelle Valados. A Cheese, con loro, una special guest… provate a indovinare chi è…

Cheese on Stage è organizzato da Regione Piemonte, Slow Food e Città di Bra, in collaborazione con Piccoli Grandi Dop Piemontesi – Assopiemonte Dop e Igp e Dmo Piemonte Marketing. L’ingresso a tutti i concerti è gratuito.

Le performance di 180gr avvengono nei mercati rionali.

Se ai concerti “classici” preferite invece optare per un bel dj set vi segnaliamo, venerdì, sabato e domenica a partire dalle 16:30, la Merenda sonora, nel cortile di Palazzo Garrone. Venerdì si alternano ai piatti alcuni dj locali approfittando anche della festa dedicata alla Cheese Generation, mentre sabato e domenica il programma è a cura di 180gr, un progetto che sbarca a Cheese 2017 per promuovere la cultura del vinile attraverso le performance di dj che propongono selezioni esclusivamente su questo supporto e rotary mixer. 180gr valorizza la cultura locale, le tradizioni, i dialetti e le tipicità gastronomiche, rivalutando il territorio attraverso il mercato. Il sabato vede tra i protagonisti Federico, Robotalco, Fabio Monesi, Christian Lisco, mentre la domenica sarà la volta di Giorgio Valletta, Lucretio, Pastaboys e Bell Towers.

Musica anche il lunedì, con il Finicheese delle 17, un appuntamento a metà strada fra un Eat-in e una Disco Soup! nel cortile di Palazzo Garrone. Se volete saperne di più, chiedete e prenotatevi presso lo stand dell’Università di Scienze Gastronomiche, in piazza XX Settembre.

E all’insegna della musica è pure la festa di chiusura a Pollenzo, presso le Tavole Accademiche, a partire dalle 19. Vuoi scoprirne gli ingredienti? Eccoli qui:
–prendi una pizza, ma non una pizza qualunque, qui si parla della Facroc di Massimiliano Prete, del Trapizzino di Stefano Callegari e della Pizza in teglia di Stefano Vola;
–abbinala a una birra speciale, come la Colonia di Braufactum, proposta da QBA – Quality Beer Academy
–e poi vibra sulle note sparate dai nostri DJ.
Vogliamo festeggiare. Vogliamo farlo con tutti. Pertanto: segna l’appuntamento in agenda. E divertiamoci. Ti aspettiamo a Pollenzo, presso le Tavole Accademiche dell’Università di Scienze Gastronomiche. L’appuntamento pizza-birra&musica è preceduto, alle 19:00 dalla presentazione di Pizza, una grande tradizione italiana.

Spargi la voce, ti aspettiamo!

Tags:
Official Partner:
Official Sparkling Wine: