Cheese 2023, a Bra e a Pollenzo. Ti portiamo a spasso per Cheese!

Proviamo ad accompagnarti in un viaggio che non è ancora completo e che si definirà strada facendo, cercando di stuzzicare la tua curiosità. Ecco le nostre tappe di A spasso per Cheese!

A spasso per Cheese: Bra

Chi ha esperienza di Bra sa che a spasso per Cheese ci si va soltanto a piedi, e che nel raggio di pochi chilometri o metri si può vedere, fare e sperimentare di tutto. Ti diamo pertanto le prime anticipazioni su quello che ci sarà, ma senza ancora dare a tutto una collocazione precisa, perché stiamo ancora progettando l’evento.

Piazza Carlo Alberto, Piazza Roma, Via Principi di Piemonte e Marconi, Piazza Spreitenbach – Il Mercato, la Via degli Affinatori, la Via dei Presìdi

Da sempre, cioè dalla prima edizione svoltasi nel 1997, i protagonisti di Cheese sono i formaggi. Non c’è modo migliore di conoscerli che scambiando quattro chiacchiere con chi, quei caci, li ha creati e curati: i pastori, i casari e gli affinatori. Le bancarelle dell’area del mercato sono dislocate in diversi punti del centro storico di Bra, tutto percorribile a piedi.

Vuoi scoprire tutti gli espositori del Mercato?

Gli affinatori, ovvero gli specialisti della stagionatura, sono come sempre in piazza Roma, proprio di fronte all’uscita della stazione ferroviaria.

Pastori e casari, chi cioè ogni giorno porta avanti un’azienda agricola o un caseificio, sono invece nella vicina piazza Carlo Alberto e in piazza Spreitenbach, poco più distante. Il percorso che unisce le due aree espositive offre un’altra imperdibile deviazione, quella verso i Presìdi Slow Food, tra via Principi di Piemonte e il Cortile delle scuole maschili (oggi scuola elementare Rita Levi Montalcini). Sempre sulla Via dei Presìdi, di fronte a piazzetta Valfrè di Bonzo, potete trovare quattro bancarelle speciali, dove nei quattro giorni di evento si alternano i Piccoli, artigianali e custodi dei prati stabili. Non solo Italia: a Cheese è possibile trovare un’ampia selezione di produzioni internazionali, tra Regno Unito, Francia e Spagna. La rete mondiale di Slow Food è inoltre rappresentata da allevatori e produttori provenienti da moltissimi Paesi, da Ucraina, Macedonia, Romania e Bulgaria, Turchia, Norvegia e Svezia, Portogallo, Belgio e Olanda, Austria e Svizzera, fino agli Stati Uniti. Con i loro caci e le loro storie, ci ricordano l’importanza di restare uniti e collaborare per proteggere la biodiversità e le produzioni naturali. Per la prima volta la manifestazione braidese ospita uno spazio istituzionale della Repubblica di San Marino.

Cortile delle Maschili, Via della Mendicità Istruita, e… in giro per Bra – La Casa della Biodiversità, gli Spazi Slow Food, il percorso interattivo “Il sapore dei prati”

La passeggiata tra i custodi di razze animali e tecniche casearie porta naturalmente verso la Casa della Biodiversità, allestita come sempre nel Cortile delle scuole maschili e realizzata con il contributo di Reale Mutua. È questo il luogo che ospita le conferenze sui temi più caldi per il settore, insieme alle degustazioni guidate da esperti e produttori e alle proiezioni di film a tema nella fascia serale, utili ad ampliare ulteriormente lo sguardo e fare conoscere le esperienze di tanti piccoli grandi eroi che stanno lavorando per un pianeta migliore. 

Attiguo alla Casa della Biodiversità, in Piazzetta Valfrè di Bonzo (ex Mercato dei polli), ecco il percorso mostra Il sapore dei prati, interamente dedicato al tema di Cheese 2023. In diverse tappe scopriamo cosa significa il prato per gli impollinatori, gli uccelli, i ruminanti e la biodiversità. Scopriamo anche come le diverse essenze ed erbe d’alpeggio siano all’origine di prodotti estremamente interessanti sotto il profilo organolettico e salubri dal punto di vista nutrizionale.

Ricordiamo però che Slow Food non lavora solo sul progetto dei prati stabili. Per saperne di più su Slow Food e scegliere di sostenere i progetti che l’associazione porta avanti in tutto il mondo – di cui Cheese è una delle vetrine più belle – niente di meglio di una sosta presso i punti associativi in via Cavour – dove è stato allestito uno Slow Bar – e in via della Mendicità Istruita 14. Nel Cortile delle Maschili, lo spazio della Slow Food Coffee Coalition è dedicato alla rete internazionale che unisce tutti i partecipanti coinvolti nella filiera del caffè: dai produttori ai partner ai torrefattori, fino al consumatore finale, invitato ad addentrarsi nel mondo del caffè con la guida della chiocciola.

 

Per lasciarsi ispirare dai tanti titoli e dalle nuove uscite della casa editrice della chiocciola il posto giusto è invece lo spazio di Slow Food Editore in via Audisio

Piazza Carlo Alberto, Cortile delle Maschili, Piazza Spreitenbach e Via Garibaldi – Cucine di strada, Food truck, Birrifici artigianali, Gran sala dei formaggi ed Enoteca

Che sia il pranzo, la cena o uno spuntino, sono diverse le possibilità di trovare il posto giusto dove mangiare e bere qualcosa di buono. Cucine di strada, food truck e birrifici artigianali quest’anno vi aspettano in piazza Carlo Alberto, piazza Spreitenbach e nel Cortile delle maschili dalle 11 alle 23 (il lunedì fino alle 20,30) con le loro specialità espresse e una buona birra da abbinare.

Chi alle birre preferisce il vino non disperi: ad accoglierli sotto alle arcate di via Garibaldi è l’Enoteca. Gli avventori hanno l’imbarazzo della scelta: la Banca del Vino ha selezionato per loro 400 etichette, tra cui spicca una folta rappresentanza di vini piemontesi, recensiti sulla Guida Slow Wine 2023 e di produttori che fanno parte della Slow Wine Coalition. Puoi inoltre trovare una bella selezione di etichette del Consorzio Alta Langa e del Consorzio di tutela del Franciacorta, oltre a un’ampia selezione di Vermouth di Torino.

Per consentire a tutti di fruire della migliore esperienza possibile, i vini (serviti al calice) sono suddivisi in diverse fasce di prezzo e i sommelier Fisar sono a disposizione per consigliare gli abbinamenti con i formaggi italiani e internazionali proposti dalla Gran Sala dei formaggi. A questo proposito, ogni giorno viene proposta una scelta di quattro diversi piccoli plateau di formaggi studiati come viaggi avvincenti tra razze, tipologie e pascoli e prati, attraverso i Presìdi italiani e internazionali con referenze da Francia, Spagna e Portogallo.

Ad accompagnare la serata, tutti i giorni, dall’aperitivo alla chiusura, la selezione di Tuttafuffa, crew musicale carmagnolese. 

Piazza XX Settembre, Cortile delle Maschili, Piazza Spreitenbach, Piazza Carlo Alberto – La piazza dei partner e gli stand istituzionali

A Bra arrivano i portavoce di tanti angoli d’Italia: oltre a chi, ogni giorno, si sporca letteralmente le mani per produrre i tanto amati caci, ci sono gli stand in cui le istituzioni regionali raccontano le storiche Dop del territorio e presentano i nuovi progetti in corso.

Camminando per Bra si può fare un giro d’Italia incontrando le varie iniziative delle istituzioni regionali che a Cheese presentano il meglio dei loro territori. Dai padroni di casa della Città di Bra e della Regione Piemonte alla vicina Valle d’Aosta, dal Trentino alla Liguria e al Lazio, per passare da Emilia-Romagna, Umbria, Marche, Abruzzo, Basilicata, Puglia e Sardegna: a Cheese possiamo esplorare monti e pascoli della nostra penisola, così diversi eppure accomunati dall’impegno verso un cibo buono, pulito e giusto, come anche il Parco dell’Aspromonte. Inoltre al Movicentro, accanto alla stazione ferroviaria, la Regione Piemonte è presente con la mostra interattiva e multimediale sul cibo e l’educazione alimentare Nel nostro piatto. Mentre a ripercorrere le tappe storiche e antropologiche della tradizione della transumanza è Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale.

La grande piazza XX Settembre ospita invece gli stand dei partner di Cheese. Tra questi eViso, che debutta con un giardino multisensoriale realizzato dall’associazione di produttori florovivaisti Asproflor, un’arnia didattica e un programma di incontri; il Consorzio del Parmigiano Reggiano, che mette al centro biodiversità, prati stabili e abbinamenti con vini e spirits; Luigi Bormioli e Bormioli Rocco, con degustazioni dedicate ai vini piemontesi e ovviamente Pastificio Di Martino, con la serie di eventi In cucina con Slow Food, lezioni guidate dai cuochi dell’Alleanza Slow Food per imparare come si applicano ai fornelli i valori del buono, pulito e giusto. Confartigianato Cuneo presenta il progetto Creatori di Eccellenza, giunto quest’anno alla quinta edizione, realizzato con il contributo della Camera di Commercio di Cuneo e della Fondazione CRC, e rende omaggio alla pasta fresca, tradizione enogastronomica cuneese, mentre Quality Beer Academy torna a Bra con una selezione di 47 birre alla spina, per esplorare nuovi stili ed etichette particolari da gustare con i prodotti di casari e affinatori. Sempre presente BBBell, che nel suo spazio propone incontri sul mondo digitale, ma anche un appuntamento serale che unisce la selezione di cocktail e dj set.

Da non perdere gli eventi organizzati dall’Università di Scienze Gastronomiche in piazza Spreitenbach, grazie alle proposte degli ex alunni, dei docenti e degli studenti dell’ateneo di Pollenzo, ma anche grazie alle aziende del network Unisg. Dalla colazione all’aperitivo, dalle esperienze di tasting and pairing alla presentazione di nuovi progetti e studi, dai personal shopper alle conferenze alle degustazioni. In Casa Unisg non ci facciamo mancare nulla!

Istituto Professionale Statale Velso Mucci – I Laboratori del Gusto

Come da tradizione, le aule delle Velso Mucci di Bra ospitano durante Cheese i Laboratori del Gusto dedicati ai formaggi italiani e internazionali, alle proposte dei cuochi dell’Alleanza e al mondo degli affineurs. Per il pubblico dai 18 anni in su non può mancare una tappa al Club Amici del Toscano, che tutti i giorni ospita numerose esperienze di degustazione che abbinano vini, cocktail e distillati, oltre ovviamente ai formaggi. E se l’ora dello spuntino si avvicina, quale migliore occasione per fare un salto alla Piazza della Pizza – Le 5 stagioni? In questo spazio, il mulino Agugiaro & Figna fa scendere in campo le sue farine e una squadra di giovani pizzaiole per guidare grandi e piccini alla scoperta del piatto simbolo dell’Italia, perfetto alleato del mondo dei caci. 

A spasso per Cheese: Pollenzo

L’a spasso per Cheese prosegue anche a sei chilometri da Bra. Pollenzo costituisce l’altro grande polo delle attività di Cheese 2023. Con i Laboratori del Gusto dedicati agli abbinamenti fra vini e formaggi presso la Banca del Vino e gli Appuntamenti a Tavola nel Ristorante Garden dell’Albergo dell’Agenzia. Inoltre il programma pollentino si arricchisce della possibilità di visitare l’Università di Scienze Gastronomiche.

Navette speciali mettono in comunicazione i due poli principali dell’evento, affinché tutti possano costruirsi un programma bello e articolato, spostandosi con facilità ed evitando di usare l’auto.

Cheese è organizzato da Slow Food e Comune di Bra. L’edizione 2023 si svolge dal 15 al 18 settembre. Noi cheesiamo, siatecheese anche voi! #Cheese2023

Skip to content