Se non ci fossero gli animali, non ci sarebbe Cheese. E non ci sarebbe molto altro, del resto. È questo il fil rouge di Cheese 2021, riassunto nel claim Considera gli animali.

Non che di animali non se ne sia mai parlato. Nelle scorse edizioni dell’evento i temi del benessere animale, dell’alimentazione adeguata per gli animali da latte, delle razze sono sempre stati presenti.

Dalle grandi conferenze ai Laboratori del Gusto fino alle grafiche, a Cheese il regno animale ha sempre goduto di una considerazione speciale. Ma con Considera gli animali facciamo un passo ulteriore e proviamo a far ruotare tutto l’evento intorno a questo argomento.

Considera gli animali: Ripensiamo il nostro rapporto con la natura

Considera gli animali
Cover image: brousse di capra del Rove, Presidio Slow Food – Francia, ph. Federico Trotta & Nicola Robecchi

È il momento giusto per farlo. Se c’è una cosa che dovremmo avere imparato dalla pandemia del Covid-19 è questa. Dobbiamo ripensare il nostro rapporto con la natura. Dobbiamo ristabilire equilibri più sani. Dobbiamo imparare a vederci e a comportarci non come fossimo i “signori del pianeta”, ma come semplici “inquilini” che educatamente lo abitano convivendo con tutti gli altri inquilini…

Siano essi vacche, pecore, capre, ma anche animali selvatici, api e insetti impollinatori, fino ai microorganismi e batteri. 

Tutto un mondo dentro un formaggio

Cheese ha un grande merito, e una grande possibilità: quella di farci percepire il senso più sincero e gioioso, anche, di quello che dovrebbe essere il nostro rapporto con il regno animale. Quel senso sta tutto dentro un formaggio. Il formaggio di un pastore che cura le sue greggi o le sue mandrie. Che le conduce sui pascoli migliori, lasciando che liberamente si muovano e si nutrano delle erbe più buone, naturalmente ricche di nutrienti essenziali, e con profumi e sapori particolarmente graditi al bestiame. Che le munge. Che le cura quando si ammalano. Che ha capito quanto gli animali siano preziosi per il benessere del pianeta, ma anche per la gioia di chi vuole degustare un formaggio. 

La pastora e il pastore sono coloro che gli animali li considerano da sempre. Semplicemente perché senza animali non potrebbero vivere come hanno scelto di fare. Perché il loro lavoro si basa proprio sugli animali, ed è fatto insieme a loro.

Ma questo Considera gli animali dovrebbe essere un passo che tutti compiamo. Per amore. Per rispetto. Perché non è data altra strada. 

A Cheese 2021 Considera gli animali percorre tutte le aree e le attività dell’evento. Dalle conferenze ai Laboratori del Gusto fino ai banchi del mercato. Ve ne parleremo cercando di mettere a fuoco uno degli elementi più avvincenti e complessi del nostro essere al mondo – la relazione con un altro regno – ma anche raccontandovi tutta la bellezza che da questa considerazione può derivare.