Tra latti e razze, pascoli e merende, fiori e folletti – L’educazione a Cheese 2019

Come si fa un formaggio? Che differenze ci sono tra le produzioni industriali e i caci artigianali? Qual è il lavoro del pastore, del casaro, dell’affinatore? Perché alcuni formaggi sono gialli e altri bianchi?

A Cheese 2019 le attività di educazione messe in campo da Slow Food e numerosi altri soggetti cercano di rispondere a tutte queste domande, come sempre coniugando informazione e divertimento.

Molte delle attività rivolte alle scuole sono ormai esaurite, ma vi ricordiamo che anche per le famiglie le proposte sono ricche e articolate, e mettono al centro i bambini di tutte le età!

L’ERBA CHE VORREI

Il cuore di tutte le attività educative messe in campo da Slow Food è senz’altro il percorso a tappe L’erba che vorrei, uno spazio da vivere con tutti i sensi per scoprire, ad esempio, le peculiarità delle diverse razze da latte, per mettere a confronto i profumi dei prati polifiti e l’odore dei mangimi industriali, per ammirare l’incredibile varietà di prodotti che risulta dalla combinazione di tre semplici ingredienti: latte, caglio e sale.

L’erba che vorrei è aperta a tutti. Vi invitiamo a percorrerla e a fare domande alle nostre guide esperte, portando a casa qualche zolla di conoscenza in più.

INCONTRI COL MESTIERE

Con Contadino a chi gli studenti delle scuole di secondo grado avranno occasione di incontrare mestieri nobili, spesso sottovalutati, e sperimentare in prima persona tecniche di produzione sostenibili e rispettose di ambiente e salute: dal pastore che alleva i suoi animali e li nutre con attenzione per ottenere un latte eccellente al gelataio che seleziona materie prime di qualità per ottenere un gelato che possa stupire anche i palati più esigenti, fino agli affinatori, che si prendono cura delle forme di formaggio spazzolandole, rivoltandole, ungendole, e portandole alla giusta maturazione.

LE FORME DEL LATTE

Nella Piazza del Gelato (in piazza XX Settembre) e presso la Casa Libera del Burro (cortile delle scuole maschili) gli aspiranti gelatieri possono confrontarsi con chi questo mestiere lo esercita da tempo per imparare a riconoscere il buon gelato, fare il punto su quali ingredienti dovremmo trovarci e quali dovremmo evitare e… Diventare degustatori provetti.

TUTTI AL CINEMA 

Anche i due cinema di Bra sono pronti ad accogliere scuole e studenti! Il lunedì, infatti, la rassegna Cheese on The Screen apre alle scuole con due proiezioni dedicate. Al Cinema Impero sarà trasmesso Cresceranno le siepi, un film che parla di una nuova agricoltura, basata su ecologia, sostenibilità, qualità dei prodotti e rispetto della salute, raccontata da una dozzina di contadini che hanno abbracciato il modello dell’agro-ecologia. Al Cinema Vittoria, invece, con The Anthropocene intraprendiamo un viaggio sconcertante nel mondo, osservando da vicino l’impatto delle attività umane sul pianeta.

TRA GIOCHI E MERENDE

Numerose le iniziative per imparare divertendosi alle quali partecipare nell’Area Assopiemonte Dop e Igp – Regione Piemonte e nel vicino spazio Terres Monviso – Riserva Transfrontaliera della Biosfera del Monviso.

Tra queste, vi segnaliamo Merenda on Cheese. Seduti su coperte colorate, potete partecipare a un rito collettivo di convivialità, degustando in un prato urbano tra i ricordi del passato e quiz a premi. Con Cara la mia fattoria, le fattorie didattiche della Regione Piemonte mostrano ai ragazzi, in due puntate, come si realizza una cagliata e come nascono i tomini e li rendono protagonisti di un laboratorio di impasti ottenuti con le farine del Progetto grano di Alessandria.

C’è poi Pluf!, il gioco tra formaggi e montagne per andare alla scoperta delle valli italiane e francesi che circondano il Re di Pietra, e conoscere la montagna e le sue straordinarie caratteristiche… il tutto sfidando il più temibile nemico dei servanòt (i folletti), cioè il maltempo. E poi ancora il laboratorio sulla fienagione nelle valli occitane, il cui protagonista è un elemento indispensabile e prezioso nella produzione del formaggio: il fieno!

IL FORMAGGIO VALDOSTANO

Un’altra occasione per saperne di più è: Fresco o vecchio, magro o grasso, sempre sano… un laboratorio che consente di illustrare ai piccoli partecipanti le principali tematiche legate alle attività agropastorali del territorio valdostano, per arrivare alla trasformazione del latte, la produzione e maturazione del formaggio, fino alle caratteristiche della Fontina, il simbolo della più piccola regione d’Italia.

EDUCAZIONE PER NATIVI DIGITALI

Ma non finisce qui! Preparate i vostri smartphone, scaricate taBui App e preparatevi a giocare alla grande caccia al tesoro di Cheese. Scova la razza vi porta alla scoperta di razze ovine, bovine e caprine, assegnando un premio ai partecipanti più bavi, e fortunati.

di Silvia Ceriani, info.eventi@slowfood.it

 

Popular tags: