approfondimento degustazione

Latti, caci e monti d’Abruzzo #2

slowfood mark

Paese

Bra, Italy

Ora locale

11:00

16 Settembre ore 11:00 nel tuo fuso orario

Gratuito

L’Abruzzo tra riflessioni sulle prospettive per le aree rurali, degustazioni di preparazioni contadine, pani e prodotti dell’agricoltura regionale.

Un lungo viaggio tra strade, montagne e tratturi che non può non prevedere un ampio spazio per i Presìdi Slow Food. Ecco tutto l’Abruzzo di Cheese.

Il programma del 16 settembre

ore 11:00 – Conferenza Pecunia valet: come ridare valore alla lana Il termine pecus, che in latino vuol dire denaro, nei secoli è stato sempre più associato e poi fuso con quello di pecora. C’è stato infatti un tempo in cui la produzione e la lavorazione della lana era la principale risorsa per i nostri allevatori. Una fonte di grande ricchezza, stabilità economica e sociale. Oggi la lana ha perso buona parte del suo valore ed è persino un costo insostenibile il suo smaltimento come rifiuto. Tuttavia, c’è chi crede ancora nel suo potenziale e nel ritorno alle fibre naturali, ecologiche e compatibili. Come LaMantera, un progetto nato nell’Appennino abruzzese per ridare valore alle lane italiane, a partire dall’allevamento. Intervengono: Benedetta Morucci, founder LaMantera; Enca Polidoro, Slow Food Abruzzo

ore 13:00 – Degustazione La capra alla neretese: una specialità tutta teramana Non di soli arrosticini si cibano gli abruzzesi! La capra alla neretese è un piatto tipico teramano, in cui la carne – di capra appunto – viene esaltata da una cottura lenta nel pomodoro e dal sapiente utilizzo di aromi ed erbe spontanee. Patrizia Corradetti, storica Chiocciola del Ristorante Zenobi di Colonnella (Te), ci propone la sua versione di un piatto iconico che si tramanda di generazione in generazione. In abbinamento vino Montepulciano d’Abruzzo e pane di grano tenero Solina, Presidio Slow Food.

ore 15:30 – Conferenza Comunità a misura d’orso. Prevenzione e mitigazione danni nell’Appennino centrale In Europa, le popolazioni di orso bruno sono considerate in pericolo critico. Tra queste anche l’orso bruno marsicano, che rischia l’estinzione ed è presente solo nel settore centrale della catena appenninica. Il progetto LIFE Bear-Smart Corridors si pone come obiettivo il miglioramento delle condizioni degli orsi nei corridoi ecologici che collegheranno i Parchi Nazionali della regione. Le comunità locali impareranno a vivere accanto all’orso bruno secondo il modello delle Bear Smart Community, o Comunità a Misura d’Orso, che incoraggia la cooperazione tra comunità locali, aziende e singoli individui per prevenire i conflitti tra orsi ed esseri umani e favorirne la pacifica convivenza. Allo stesso tempo, vengono sostenute le imprese basate sulla natura nelle aree dei corridoi e nelle loro vicinanze e aumentando la consapevolezza tra le comunità locali e le persone che visitano la zona. Intervengono:  Valerio Reale, Rewilding Appennines; Maurizio Carfagnini, apicoltore; Virginia Sciore, casara, azienda agricola Alla Casa Vecchia – Pacentro (Aq)

ore 17:00 – Conferenza e degustazione Vitigni autoctoni e pecorini: identità abruzzesi Fuori dagli schemi più noti, l’Abruzzo presenta una biodiversità viticola interessante che negli anni più recenti alcuni viticoltori custodi stanno riscoprendo e valorizzando. Vini unici espressione del territorio incontrano il formaggio pecorino, che non è certo da meno quanto a storie curiose da raccontare. Un laboratorio speciale esplora le produzioni della Comunità Slow Food dei Vignaioli Teatini e gli eccellenti formaggi di pecora della regione dei Parchi. In abbinamento, il pane di grano tenero Solina, Presidio Slow Food.

ore 18:00 – Degustazione La metamorfosi dei fiori: formaggio e miele dei prati montani L’Abruzzo è la regione con il più grande patrimonio floristico d’Europa. Non solo per questo ha una particolare concentrazione di Parchi Nazionali e aree protette regionali. È proprio la straordinaria biodiversità di fiori ed essenze foraggere a garantire l’eccellente qualità delle materie prime. I fiori e le tante essenze vegetali si rivelano in prodotti diversi: pecorini profumati e mieli d’alta quota dai sentori particolari, tutelati da un Presidio Slow Food. In abbinamento vino Montonico, Presidio Slow Food e pane di grani antichi abruzzesi.

ore 19:00 – Conferenza Meeting della rete SFYN Italia Le ragazze e i ragazzi dello Slow Food Youth Network dalle diverse regioni d’Italia tornano a incontrarsi a Cheese per rinverdire il futuro della Chiocciola. Un’assemblea aperta a tutti coloro che vogliono contribuire alla rete giovani di Slow Food Italia.

Le conferenze e le degustazioni durano circa 60 minuti e sono a cura di Slow Food Abruzzo. Tutte le degustazioni sono accompagnate dal pane a lievitazione naturale di grani antichi di Mercato del Pane. In abbinamento, i vini del Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo, della Comunità Slow Food dei Vignaioli Teatini e dell’azienda agricola Ciccone (Presidio Slow Food dell’uva Montonico), e gli amari di Scuppoz.

Info ed eventuali prenotazioni: Giorgio Davini, +39 393 613 2492

L’Abruzzo è presente a Cheese grazie alla sinergia tra Regione, Assessorato all’Agricoltura, Arap, Gal Marsica, Gal Abruzzo Italico Alto Sangro, Gal Terre Pescaresi, Gal Terre d’Abruzzo, Gal Maiella Verde, Gal Gran Sasso Velino e Slow Food Abruzzo.

Cheese è organizzato da Slow Food e Città di Bra con il supporto di Regione Piemonte. L’edizione 2023 si svolge dal 15 al 18 settembre. Noi cheesiamo, siatecheese anche voi! #Cheese2023 

Altre informazioni

Lingue dell'evento: IT

Luogo dell'evento: 
Bra - Stand Regione Abruzzo,
Piazza Spreitenbach - Bra (Italy)
GPS: 44.6954409, 7.8586438

Tag in questo evento

Scopri altri eventi simili

Altri eventi in questo format

Skip to content