La Gran Sala dei Formaggi e l’Enoteca di Cheese, o della grande bellezza. Con molte referenze di formaggi stranieri, con i formaggi dei Presìdi Italiani e formaggi naturali scovati per voi, e con i vini selezionati dalla Banca del Vino.

Come sempre, anche se cambia un po’ la fruizione dello spazio, trovate la Gran Sala dei formaggi e l’Enoteca sotto l’ala di via Garibaldi.

Ecco tutte le informazioni importanti per prepararvi alla visita di Gran Sala ed Enoteca!

Orari

  • L’Enoteca apre alle 11
  • La cassa chiude alle 22:30 / L’enoteca chiude alle 23:00

Prezzi

  • I formaggi sono suddivisi in due fasce di prezzo. Plateaux da due referenze a 3 euro; plateaux da quattro referenze a 5 euro.
  • I vini sono suddivisi in tre fasce di prezzo: da 3, 5 e 7 euro.

Wine List

Quest’anno per il rispetto delle norme anti-Covid non è stato possibile realizzare la wine list cartacea lasciandola in consultazione al bancone. Puoi comunque scoprire i vini della nostra Enoteca scaricando la wine list online, inquadrando il QR code presente nelle aree somministrazione o affidandoti ai nostri somellier per farti consigliare il vino migliore.

Scarica la wine list di Cheese 2021!

La Gran Sala dei Formaggi: i Presìdi italiani e i caci internazionali

La Gran Sala dei Formaggi è il salotto buono di Cheese, dove si trovano numerose specialità italiane ed europee.

Quest’anno la modalità di fruizione cambia. Ogni giorno, a rotazione, Slow Food propone quattro diversi plateaux con una selezione di Presìdi italiani e grandi formaggi dall’Italia e dal mondo.

Ad esempio, potrete provare il marchigiano pecorino dei Monti Sibillini, quello con alcuni mesi di stagionatura, con forme dalla crosta dorata, ocra o nocciola, dalla pasta giallo carico, compatta e lievemente grassa, con una consistenza granito-scagliosa, un odore aromatico e potente, spesso di fungo e tartufo, un sapore deciso, piccante e molto persistente. Dal Piemonte, il cevrin di Coazze, caprino di forma tonda e crosta rugosa e umida e di colore ambrato. La pasta è leggermente granulosa con colore giallo verso l’esterno e bianco all’interno. Passando ai vaccini, vogliamo segnalarvi i formaggi della splendida razza modicana, siciliana dal manto rosso il cui latte regala altrettanto splendidi formaggi come il ragusano o il caciocavallo dei Monti Sicani.

Andiamo all’estero? Sì! Nei plateaux potrete trovare, ad esempio, un assaggio di Emmentaler tradizionale, che è forse il cacio più grande del mondo: spesso supera i 100 chilogrammi fresco, e per una forma occorrono circa 1200 litri di latte, e poi ancora i francesi Comté, Bleu d’Auvergne, Bleu de Gex o gli spagnoli Queso Picon Bejes e Cabrales, e molti altri…

L’Enoteca: 301 referenze vinicole

Per abbinare i vostri formaggi, l’Enoteca propone un vero e proprio giro d’Italia bicchiere alla mano, perché per noi degustare un vino è un modo per scoprire e conoscere un territorio, le comunità che ci vivono e lo rispettano: tutte caratteristiche che contribuiscono a renderlo unico.

Fatevi guidare dai Sommelier della Fisar scegliendo tra una selezione di 301 etichette. Un’esplorazione lungo tutto lo Stivale, grazie a centinaia di cantine italiane aderenti al Progetto Vino di Slow Food e suddivise tra bollicine bianche e rosé, vini bianchi, rosa, rossi e dolci. E poi, ancora, una selezione del moscato secco esCAMOtage prodotto a Camo, un vino nuovo, nato dall’ idea di 8 giovani produttori di dare un’ identità ad un vino che viene prodotto da diversi anni ma senza regole ben definite.

Un autentico tesoro per tutti i cheese lovers che, come vuole Cheese 2021, mette in mostra solo ed esclusivamente i formaggi a latte crudo. Se volete scoprirlo in anticipo…

La connessione nell’Enoteca è gratuita ed è resa possibile grazie a BBelll, main partner di Cheese 2021.

Cover image: L’Enoteca di Cheese nel 2019. Ph. Alessandro Vargiu