Gli accurati piani di sicurezza sono predisposti da Comune di Bra e Slow Food e concordati con il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Come stabilito dal Decreto Legge 23 luglio 2021 n° 105 chiunque voglia partecipare a Cheese dovrà essere munito di Certificazione verde Covid-19 (anche nota come Green pass). Forze dell’ordine e membri dell’organizzazione potranno richiedere di mostrare la certificazione verde Covid-19 (Green Pass) unitamente ad un documento di identità al fine di poter accedere alle diverse aree di manifestazione.

Durante gli orari della kermesse tutta la zona interessata dall’evento sarà completamente interdetta al traffico veicolare, anche per i residenti, con 13 blocchi di ingresso che permetteranno comunque, in caso di necessità, il passaggio dei mezzi di soccorso.

Al di fuori degli orari della manifestazione, i varchi saranno gestiti e regolamentati con barriere di rallentamento. Navette collegheranno il centro con i parcheggi predisposti lungo le principali arterie di accesso, trasportando visitatori e cittadini.

Con l’ingresso ai varchi sarà inoltre obbligatorio l’uso della mascherina.

Sarà vietato il consumo itinerante di alimenti e bevande in contenitori in vetro al di fuori degli spazi appositamente allestiti, dei locali di somministrazione e dei relativi dehor. Zaini ingombranti, bastoni per selfie, caschi e oggetti atti ad offendere non dovranno entrare nell’area dell’evento dove, a tutela della comune incolumità, potranno essere predisposti controlli effettuati delle forze dell’ordine.

Più di 50 addetti alla sicurezza, facilmente identificabili tra il pubblico, concorreranno a vigilare sul buon andamento della manifestazione, prestando assistenza – in caso di necessità – per le operazioni di deflusso. Al comando della Polizia Municipale di via Moffa di Lisio sarà allestita una Sala di Controllo e Coordinamento interforze, costantemente in contatto con il personale a presidio della manifestazione, mentre un sistema di filodiffusione permetterà di veicolare prontamente eventuali comunicazioni al pubblico.

Attivo anche il Piano di soccorso sanitario che prevede, tra le altre cose, 5 postazioni fisse dotate di defibrillatore e personale medico sanitario attrezzato a piedi, oltre alle 8 punti DAE cittadini. Il centro di coordinamento sarà ubicato, anche in questo caso, presso il comando della Polizia Municipale.