I libri viventi, le ricette del dialogo

Dal 2014 Slow Food lavora con le comunità migranti, valorizzando i saperi tradizionali legati ai loro paesi di origine, favorendo lo scambio tra comunità migranti e autoctone e avviando interessanti fusioni gastronomiche. 

Con il progetto Le ricette del Dialogo, Slow Food e altre associazioni lavorano per rendere l’integrazione sociale e gastronomica un valore aggiunto sia per chi è arrivato nel nostro Paese che per chi già ci vive.

LE RICETTE DEL DIALOGO

Gli appuntamenti dedicati ai migranti a Cheese 2019 sono: il 21 settembre alle 16 nella sala del Consiglio Comunale di Bra è in programma l’incontro Le ricette del dialogo: la strada dell’inclusione. Partendo dalle storie di alcune ragazze nigeriane vittime della tratta, che per fortuna sono riuscite ad affrancarsi da questo percorso criminale e intraprendere il progetto Ricette del Dialogo, questa conferenza è un’occasione per stimolare una riflessione collettiva sulle potenzialità di un percorso di inclusione sociale delle comunità migranti, proprio a partire dal cibo.

Il 23 settembre alle 16 nello spazio Assopiemonte Dop & Igp Regione Piemonte ci concentriamo su una ricetta specifica. Erika Rodriguez e Billy Huaman sono una coppia di giovani peruviani, arrivati in Italia rispettivamente 18 e 11 anni fa, attualmente residenti a Barge, in provincia di Cuneo.

I LIBRI VIVENTI, UNO SPAZIO PER PRESTARE ASCOLTO

Tutti i giorni, il pubblico di Cheese 2019 potrà ascoltare le storie dei migranti come fossero libri che narrano la propria storia.

I Libri viventi potete trovarli in via Audisio 5, di fronte al cortile di Slow Food Editore. Ascolterete, tra le altre, la storia di Thérèse Theodor, haitiana con residenza genovese da oltre 30 anni. La sua è storia di migrazione e di cibo migrante, di talento e di opportunità, che ha saputo mettere a frutto grazie alla sua mano fortunata in cucina. A Genova, che è ormai la sua casa, si dedica anche all’home restaurant e al catering a domicilio, intrecciando i sapori haitiani con quelli italiani.

Oppure quella di Ana Cecilia Ponce, il cui viaggio verso l’Italia dal Perù, è anche la storia che hanno conosciuto tante altre donne peruviane. Una migrazione tutta al femminile, spinta da una forte richiesta di lavoro socio-assistenziale in Italia. Con gli anni, la comunità peruviana si è stabilizzata e ora sono tantissime le persone che hanno aperto un’attività in proprio. Anche Ana confessa di aver sempre voluto aprire un ristorante. E finalmente ci è riuscita!

I libri viventi sono realizzati nell’ambito del progetto Food is Culture, promosso da Slow Food in partnership con altre quattro organizzazioni europee (Kinookus,Transpond AB, Nova Iskra Creative Hub e Europa Nostra). Il progetto è co-finanziato dal Programma europeo Europa Creativa, con il contributo della Fondazione CRC. 

Slow Food ringrazia Inalpi per il sostegno offerto alle attività migranti a Cheese 2019.

20 Settembre

altre date disponibili
  • 15:00 - 17:00
  • Bra-Via Audisio 
  • Cortile di Slow Food Editore

Parlare di cibo implica anche narrare le mille relazioni che da esso derivano. Relazioni con paesi lontani, con nuove case e con le persone incontrate lungo la strada. Quale modo migliore per approfondirle se non affidarsi alle biblioteche viventi, dove i libri sono donne e uomini in carne e ossa…

Evento gratuito
  • 16:00 - 17:30
  • Bra-Piazza Caduti per la Libertà 
  • Sala del Consiglio comunale

C’è una migrazione di cui si sente parlare poco sui media. È quella che interessa le ragazze nigeriane vittime di tratta, coinvolte in un sistema criminale che le obbliga a prostituirsi una volta arrivate in Italia. L’incontro di sabato 21 settembre sarà l’occasione per stimolare una riflessione collettiva sulle potenzialità…

Evento gratuito
  • 13:00 - 14:00
  • Bra-Piazza Spreitenbach 
  • Assopiemonte Dop & Igp - Regione Piemonte | Incontri

Erika Rodriguez e Billy Huaman sono una coppia di giovani peruviani, arrivati in Italia rispettivamente 18 e 11 anni fa, attualmente residenti a Barge, in provincia di Cuneo. Grazie al progetto Ricette del dialogo – di cui Slow Food è partner e co-finanziato all’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo –…