Come poter comprendere appieno il valore intrinseco dei prodotti da pascolo e da prato stabile? Grazie al percorso sensoriale “Il sapore dei prati” allestito in piazzetta Valfrè di Bonzo (tettoia dell’ex mercato dei polli).

Un luogo in cui attivare tutti i sensi e addentrarsi tra profumi, suoni, sapori, e poter apprezzare al tatto e alla vista la ricchezza di questi mondi e dei prodotti che ne derivano. Proviamo allora a pregustare tutto il sapore dei prati nel percorso sensoriale allestito per Cheese.

Il sapore dei prati: un percorso a tappe

Gli animali e l’ambiente

Che cosa significa un prato? È questa la domanda da cui partiamo per mostrare come l’ecosistema pascolo e prato rivestano un’importanza fondamentale per molte specie animali.

Come si nutrono una vacca, una pecora, una capra al pascolo? E come ci vivono gli insetti impollinatori, avendo la possibilità di bottinare tante specie diverse? E che relazione hanno i pascoli e i prati con le specie avicole? Forse non lo sai, ma c’è un intero gruppo di uccelli – quaglia, re di quaglie, allodola, stiaccino, prispolone e pispola – che si è specializzato nella vita nei prati e nei pascoli.

Cosa rappresentano questi ecosistemi per la biodiversità, per la fertilità del suolo, e per la mitigazione della cambiamento climatico? Forse non lo sai, ma pascoli e prati sono ecosistemi in grado di trasferire in modo altamente efficiente la
CO2 dell’atmosfera al suolo e alle radici. Il suolo è il più grande serbatoio di carbonio terrestre, pari a circa 3 volte il contenuto di carbonio dell’atmosfera.

Libretto del Percorso Sensoriale “Il sapore dei prati”

Porta sempre con te una piccola guida con alcuni semplici esercizi che ti permetteranno di mettere alla prova i tuoi sensi e allenare il tuo palato.

Il sapore dei prati – Una nota di fruizione

Il percorso sensoriale può essere fruito dagli adulti e dalle ragazze e ragazzi dai 9 anni in su. Per le tematiche affrontate e per come sono sviluppate è invece meno adatto ai bambini che non potrebbero coglierne pienamente il senso. Sarà presto reso disponibile il modulo per prenotare visite delle classi dalla IV classe della scuola primaria fino alle scuole secondarie di secondo grado.

Dal sapore al sapere dei prati: i formaggi, i mieli, le persone

Cosa rappresentano pascoli e prati per il gusto dei formaggi, dei mieli, dei latti e di molti altri prodotti? Sai cogliere le differenze tra il sapore complesso di un formaggio prodotto sui pascoli estivi e un formaggio industriale, prodotto dal latte di animali nutriti con una dieta di insilati di mais.

E infine… Lo sai cosa rappresentano pascoli e prati per le economie locali, per i pastori, gli agricoltori, gli apicoltori che, grazie al loro lavoro, si prendono cura di questi ecosistemi preziosi? Spesso li definiamo mestieri antichi, ma sono quanto di più contemporaneo si possa immaginare. Grazie a una migliore gestione dei prati si possono infatti creare nuove opportunità economiche per territori di altura marginali e quindi rivitalizzare delle terre alte.

Le erbe e le essenze di alpeggio protagoniste del percorso sensoriale

Un percorso intitolato “Il sapore dei prati” non può non rendere protaginiste le erbe e le essenze di alpeggio, ed è qui che i sensi prendono il volo!

Chiudi gli occhi e annusa i sacchi di fieni di diversi tagli provenienti da diverse aree geografiche. Ti aiutiamo a cogliere le differenze tra le erbe alpine e quelle di un pascolo sardo o abruzzese, per poi esplorare anche i profumi di oltralpe o di erbe che crescono nei paesi più caldi.

Ti conduciamo in un viaggio nella varietà di un mondo vegetale che è stupefacente e che è tutta da esplorare. Per la sua bellezza. La sua ricchezza. La sua delicatezza.

Cheese è organizzato da Slow Food e Città di Bra. L’edizione 2023 si svolge dal 15 al 18 settembre. Noi cheesiamo, siatecheese anche voi! #Cheese2023

Skip to content