Nel mondo, i Presìdi Slow Food dedicati ai prodotti lattiero-caseari sono oltre 100, e sono fra le categorie più rappresentate di questo progetto. Queste rare e magnifiche creazioni riflettono patrimoni di pascoli, razze animali, latti e abilità manuali.

A Cheese, puoi incontrare di persona i Presìdi Slow Food, i migliori formaggi tradizionali del mondo, scoprire le loro storie e assaporare il lavoro di chi li realizza.

I Presìdi Slow Food

I produttori dei Presìdi Slow Food arrivano a Cheese 2023 da tutte le regioni d’Italia, in un mix di conferme e novità: li ritrovi tra i banchi del mercato e nella Via dei Presìdi – realizzata tra via Principi e via Marconi – nelle proposte dei Laboratori del Gusto, nei plateaux della Gran Sala dei Formaggi, negli incontri della Casa della Biodiversità.

La conferenza sui nuovi Presìdi

La conferenza Benvenuti ai nuovi Presìdi dei caci (e non solo!) è in programma sabato 16 settembre alle 17, ed è l’occasione per conoscere da vicino le ultime due new entry nell’albo dei prodotti lattiero-caseari tutelati da Slow Food, il cacio di Genazzano e il formaggio fodóm.

Il primo è un pecorino che arriva dai colli Prenestini, alle porte di Roma, dove due aziende agricole mantengono viva una tradizione lunga secoli, producendo le forme di formaggio usando ancora il paiolo di rame. Il secondo un cacio tipico del comune di Livinallongo del Col di Lana, in Veneto, con latte da erbe e fieni sfalciati sulle pendenze più ardue delle Dolomiti bellunesi. Entrambi questi Presìdi sono stati nati dalla collaborazione con FedEx, impegnata a sostenere insieme a Slow Food Italia i territori, l’imprenditoria di piccola scala e lo sviluppo di reti locali.

Alla conferenza di sabato 16 settembre ci sono anche due protagonisti che parlano francese: il blu del Queyras, un formaggio a pasta erborinata prodotto con latte crudo vaccino ottenuto negli alpeggi della regione francese delle Hautes Alpes, e la toma della Brigue ottenuta con il latte di pecora brigasca, una razza ovina allevata in valle Roja. Oltre che per loro, il palcoscenico sarà anche per la pecora plezzana, che deve il nome alla cittadina slovena di Plezzo ma che è diffusa anche nelle zone montane della provincia di Udine e nella regione austriaca della Carinzia con cui Slow Food proprio in questi mesi sta avviando il percorso di tutela previsto dal progetto dei Presìdi.

Ecco tutti i Presìdi presenti nel mercato di Cheese.

Abruzzo

Basilicata

Campania

Emilia-Romagna

Friuli Venezia Giulia

Lazio

Liguria

Lombardia

Piemonte

Puglia

Sardegna

Sicilia

Toscana

Trentino Alto Adige

Veneto

Dall’estero, invece, arrivano questi Presìdi Slow Food:

Francia: oltre alle due new entry del blu de Queyras e della toma della Brigue, segnaliamo la Brousse du Rove, il Camembert fermier naturale, i formaggi d’alpeggio dei Pirenei baschi, i formaggi d’Auvergne di razza salers, i formaggi di malga del Béarn e il Pélardon affiné

Cheese è organizzato da Slow Food e Comune di Bra. L’edizione 2023 si svolge dal 15 al 18 settembre. Noi cheesiamo, siatecheese anche voi! #Cheese2023

Skip to content