Sui monti della Liguria: tra pascoli, erbe e contaminazioni col mare

10 Settembre 2023

Simbolo della Liguria di Cheese è la vacca di razza cabannina, Presidio Slow Food (e protagonista del teaser della quattordicesima edizione). La cabannina è una razza bovina autoctona genovese. Il suo nome deriva dalla piana di Cabanne, nel Comune di Rezzoaglio, dove si sono conservati alcuni capi in purezza consentendo l’avvio del lavoro di recupero della razza.

Ne ritroviamo i formaggi in molti appuntamenti di degustazione, dove non manca tutto il meglio del territorio della Liguria: dai vini alle erbe spontanee, dai frutti antichi ai frumenti teneri, dai prodotti dell’apicoltura agli amari. Inclusa anche qualche incursione sul mare, con la presenza delle mitiche acciughe liguri!

Il programma della Liguria del 15 settembre

Alle 15:30 proponiamo I formaggi stagionati della Val di Vara, da latte crudo di vacca cabannina, Presidio Slow Food, in abbinamento ai passiti del Levante Ligure: Lo Sciacchetrà delle Cinque Terre, Presidio Slow Food e il Ruzzese di Bonassola, Comunità Slow Food.

Alle 17:30 Genova “Città del Formaggio 2023” propone la prescinsêua, il latticino di riferimento della produzione casearia del territorio: rappresentata in tutte le sue declinazioni, prodotte nelle valli del Genovesato, certificata dalla Camera di Commercio tra i Prodotti Genova Gourmet dal 2018. Oggi esiste anche la versione realizzata col latte di vacca di razza cabannina, Presidio Slow Food.

Il programma del 16 settembre

Alle 11:00 nell’incontro Latte crudo e fermenti spontanei conosciamo Roberto Martini, dell’azienda Cornus Caseificio Agri-fermenteria di Rezzo (Imperia). Il racconto di questa realtà ha come focus specifico un progetto per il territorio della Liguria alpina fatto da giovani, segno che cambiare il mondo si può e c’è chi lo fa con i fermenti spontanei. L’evento è accompagnato dalla degustazione dei formaggi.

Alle 14:30 invece i Vivai Montina presentano il progetto Biodiversità, con il quale si ricercano, recuperano e diffondono le varietà antiche di piante fruttifere coltivate da tempo in Liguria e di piante da frutto dimenticate, presenti sul territorio allo stato naturale. Durante l’evento vengono presentate cultivar recuperate raccontandole attraverso curiosità, usi, proverbi e modi di dire ma dando anche alcune nozioni tecniche sulla coltivazione, dalla piantumazione agli innesti.

Il programma del 17 settembre

Alle 11:00 in “La regione delle Toselle: frumenti teneri tradizionali della Liguria”, Marco Loconte dell’azienda Agrituristica Verdure Naturali di Genova racconta le ricerche fra Liguria e Francia per il recupero delle varietà tradizionali di grano tenero.

Alle 17:00 invece, con “La Liguria delle Alpi Marittime: il racconto del popolo delle Terre brigasche” il professore Carlo Lanteri, studioso e profondo conoscitore della cultura brigasca, racconterà della “terra brigasca” e della sua gente, una popolazione ligure, alpina e pastorale, che ha tenuto nei secoli stretti contatti culturali ed economici tra entroterra e costa. Appuntamento a cura di Slow Food Riviera Dei Fiori Alpi Liguri.

Il programma del 18 settembre

Alle 14:30 incontriamo La specialità alle erbe che è stata nominata come miglior amaro del mondo: Amaro Camatti. Presentazione e tasting del miglior liquore alle erbe d’Italia, numero uno tra gli amari italiani e a livello mondiale grazie a numerosi riconoscimenti come il World Liqueur Awards.

di redazione, [email protected]

Cheese è organizzato da Slow Food e Città di Bra con il supporto di Regione Piemonte. L’edizione 2023 si svolge dal 15 al 18 settembre. Noi cheesiamo, siatecheese anche voi! #Cheese2023

Skip to content